Asiago DOP

Asiago DOP
Category: 
DOP (PDO)
Regione: 
Veneto
Province: 
Trento, Vicenza, Treviso, Padova

L’Asiago DOP è il celebre formaggio prodotto nell’incantevole Altopiano dei Sette Comuni di Asiago, vasto territorio a nord di Vicenza che arriva fino alla provincia di Trento attraverso gli altipiani di Lavarone e Folgaria. E’ un territorio caratterizzato da alte montagne che lo rendono una rinomata meta sciistica, ma anche da dolci colline nella parte centrale, dove si trovano i centri abitati e dove la terra fertile e ricca d’acqua regala prodotti eccezionali: tra i formaggi ricordiamo il Vezzena e la Tosella, la patata di Rotzo, il sedano di Rubbio, il miele e i funghi. La produzione di Asiago avviene in numerosi caseifici e d’estate, nel periodo di vegetazione delle erbe spontanee, anche nelle caratteristiche malghe (sull'Altopiano dei Sette Comuni ve ne sono oltre 100). Oggi il disciplinare di produzione prevede l’utilizzo di solo latte vaccino, ma anticamente, fin dall’anno 1000, si utilizzava anche latte di pecora: a partire dal 1500 l’allevamento dei bovini soppiantò quello delle pecore che avevano un modo di pascolare deleterio per il territorio, poichè strappano l’erba alla radice creando rischi di frane e smottamenti del terreno.
L’Asiago DOP viene prodotto in due tipologie: Stagionato e Fresco. Se viene realizzato al di sopra dei 600 metri di altitudine può utilizzare la menzione aggiuntiva di “Prodotto della Montagna”.
L'Asiago Stagionato, detto anche d’Allevo, è quello più antico  ed è fatto con latte parzialmente scremato. Ha un gusto deciso e un sapore che varia a seconda della stagionatura che va da 3 ai 12 mesi divenendo sempre più aromatico, fino a raggiungere una nota piccante. Si accompagna a vini rossi strutturati come il Cannonau o il Cabernet Colli Berici.

 L’Asiago Fresco, chiamato anche Asiago Pressato (infatti le forme vengono subito messe sotto un torchio per eliminare la parte acquosa) viene fatto con il latte intero ed ha un gusto molto più delicato, dolce, leggermente acido ed un profumo che ricorda il burro. Si abbina pertanto a vini bianchi o rosati comunque freschi e leggeri, come la Vernaccia di San Gimignano e il Soave.

In cucina l’Asiago DOP si presta a svariati utilizzi: ottimo da solo come aperitivo, squisito nelle zuppe, nelle fondute e nei risotti.

Sector: 
Cheese